DeutschRussianEnglishSvenskaFrance

La pagina italiana e' a cura di Vera Giovanna Bani, traduttrice di tutti i testi di V. Zeland apparsi in Italia e referente dell'autore.

Cari lettori!
Oggi, 21 novembre, e' finalmente venuta alla luce " la mia cara kLIBE ". Per questo libro e' stata organizzata una press release speciale: uno start delle vendite unificato, uguale in tutte le città e in tutte le librerie. Sono onorato della particolare attenzione che e' stata attribuita al mio libro, e francamente penso che se lo meriti .

Nel libro, come in uno specchio, ci sono due lati: il mio aiuto a voi e la mia battaglia contro il sistema. Dopo aver analizzato molte lettere, sono giunto a delle conclusioni precise in merito al fatto che molte persone provano difficolta' nella gestione del processo di realizzazione dei loro fini. In ragione di cio' mi sono soffermato a dare consigli dettagliati e chiari sulla base di esempi concreti tratti dalla vita di tuti i giorni, arrivando persino a illustrare l'algoritmo per il raggiungimento dei fini.

Per quanto riguarda la mia battaglia , la questione qui è molto particolare. Da un lato, il percorso del guerriero non è un percorso indicato dal Transurfing. D'altro lato, quando ci si trova ad affrontare le insidie della "matrix" tecnogena, altre vie non ce ne sono. Per me personalmente, avrei potuto scegliere un modo semplice e sereno di esistenza, limitandomi a vivere in un angolino appartato del mondo e a illustrare nei miei libri solo temi semplici e piacevoli. Ma ... si sarebbe trattato di una soluzione meschina e patetica.

Non invito nessuno nella mia battaglia. Propongo solo di GUARDARE e VEDERE cio' che succede, diversamente tra un po' sarà troppo tardi. Ecco che succede:

La materia non viva penetra e si inocula nella materia viva.

Cosi non dovrebbe essere. E' sbagliato . Non si può mescolare ciò che è fondamentalmente diverso per natura - il bio e il tecno - cosi' come non si può essere vivi e morti allo stesso tempo .

In realta' e' tutto molto semplice. La tecnosfera e la biosfera possono coesistere armoniosamente. Si possono produrre macchine e computer, utilizzare i comfort e le innovazioni tecnologiche. Pero' non si puo' confondere il non vivo con il vivo, non si puo' cercare di cambiare ciò che e' stato creato da madre natura.

Dopo tutto, noi non costruiamo automobili con muscoli vivi, e nemmeno computer con cervelli vivi. Ma se e' cosi', perche' permettiamo alla materia inanimata di introdursi in quella viva? Le sostanze chimiche e sintetiche contenute nei cibi o e negli articoli casalinghi, la modificazione genetica delle piante, sono un errore madornale.

Ripeto, nulla ci impedisce di usare i vantaggi derivanti dal progresso tecnologico e di assicurarci, al contempo, cibi naturali e articoli casalinghi non dannosi, di salvaguardarci dalle sostanze nocive e dalle radiazioni, di garantirci una biosfera fiorente.

Tutto questo è possibile, ma serve solo a noi, non alla "matrix", interessata a mantenerci in uno stato di incoscienza onde evitare le nostre interferenze nel suo processo di sviluppo. La "matrix" non è un'astrazione letteraria, è un'entita reale, in movimento.

Ho detto che non costruiamo macchine fatte di muscoli vivi, ne' computer basati su cervelli umani. Per ora. Se pero' si arrivera' a un livello del genere, cio' stara' a significare che l'umanità e' certamente giunta alla sua fine. E se non la smetteremo con le modificazioni delle piante, ben presto il mondo naturale verra' contaminato e comincera' a mutare in modo imprevedibile.

L'obiettivo finale della "matrix", come appare evidente, è l'elaborazione di un uomo artificiale, geneticamente modificato, e quindi la creazione di una situazione tale per cui le restanti "persone naturali" finirebbero per risultare inutili e indesiderate. E' un esito cui si potrebbe giungere molto presto. La realtà tecnologica cambia con estrema rapidita'.

Provate un po' a immaginare: arrivera' un momento in cui voi non solo non sarete necessari, ma nemmeno desiderati. Non male come finale, eh? Affinche' cio' non accada, occorre svegliarsi gia' ora, e uscire tempestivamente dallo stato di follia di massa.

Per follia di massa intendo, nella fattispecie, le moderne tecnologie di produzione della farina, dei suoi derivati e dei prodotti da forno. Sono veramente una follia, perché la gente ha smesso di comprendere le cose piu' semplici ed evidenti .

Non occorre privarsi di cibi buoni e familiari per restare sani e felici. L'importante e' non mescolare la sostanza viva con quella non viva. Perché essere malati e infelici? Per quale motivo? Non sarebbe una pazzia?

Il libro non ha la pretesa di salvare l'umanita', pero' offre una risposta alla domanda: come puo' cavarsela un individuo in una simile situazione? Ovviamente un libro non e' sufficiente per trattare il tema nella sua complessita'. L'attenzione e' stata pertanto concentrata su due temi fondamentali: la vita e il pane.

Oltre alla tecnica di raggiungimento dei fini personali, viene illustrata l'ormai dimenticata tecnologia di preparazione di un pane delizioso, con tanto di immagini. Credo che non rimarrete delusi.

Indice dei contenuti:

LA RICERCA DEL FINE
• Porsi il fine
• Uscire dai ranghi
• Voi siete autosufficienti, sempre
• Problemi complessi, risposte semplici
• Il fine e' trovare il proprio Fine
• Per ogni problema c'e' una soluzione
• Il fine e la missione
• Guardiamoci allo specchio
• Cambiamo le impostazioni
• Da chi dipende la mia felicita'?
• Diventiamo degni
• Aumentiamo il nostro potenziale energetico
• Creiamo il nostro mondo
• Tiriamoci fuori prendendoci per la collottola
• Smettiamo di pensare
• Decido tutto da sola
• Perche' sono qui?

IL RAGGIUNGIMENTO DEL FINE
• Cominciamo il nostro movimento
• Nell'unita' dell'anima e della ragione
• A un passo da una vita magnifica
• Muoviamoci verso il fine
• Osserviamo
• Cominciamo ad agire
• Apriamo le porte
• Agiamo
• Giriamo il nostro film
• Come girare il proprio film
• Riduciamo l'importanza
• Liberiamo l'attenzione
• Spezziamo i modelli stereotipati
• Passiamo attraverso lo specchio
• Quest'Universo e' VOSTRO
• Diamoci la nostra realta'
• L'algoritmo del raggiungimento del fine

LA NUOVA REALTA'
• Surfing, cioccolato e kLIBE
• Sicurezza e liberta' personali
• L'ecologia dello spirito
• La manipolazione della coscienza di massa
• La liberta' di scelta della dipendenza
• La fattoria umana
• La coscienza dei cyborgs
• L'unificazione dei cloni
• L'ecologia personale
• Un esperimento globale
• Una questione di sicurezza personale

IL NUOVO ARKAIM
• Bambini smarriti
• Una stupida trovata
• Un'invenzione fatale
• "Troecniki" a causa della scienza
• Lo stato del sistema
• La Mente collettiva
• Perche'?
• kLIBE
• Una tecnologia dimenticata
• Il pane e l'alimentazione viva
• Il trattamento del grano
• La nascita dei fermenti
• Pane di segala al 100%
• Altre varianti

kLIBE, ed. Eksmo 2013

clip-TRANSURFING

(...) I Principi del Transurfing sono una sorta di chiavi che aprono le porte "proibite" e consentono di muoversi liberamente per il territorio della “matrix” . Bisogna solo capirli, utilizzarli , ricordarli . Per capirli bene, basta leggere attentamente i libri precedenti dedicati al Transurfing . In questo libro tali principi sono raccolti in forma di brevi formulazioni, clip . E’ un modo per aiutare i lettori a ricordarli , e quindi ad usarli al momento giusto.

Portate con voi queste clip come un mazzo di chiavi, tiratele fuori ogni tanto durante il giorno, sceglietene una o alcune, in ordine o a caso. La vostra coscienza si espanderà gradualmente e un bel giorno vedrete chiaramente dove vi sta portando l'algoritmo imposto dall’esterno e dove invece si trova il cammino che conduce al vostro sogno.

Indice dei contenuti:

I pendoli
L’onda della fortuna
L’equilibrio
Il passaggio indotto
La corrente delle varianti
L’intenzione
Le diapositive
L’anima e la ragione
Le porte e i fini
Il Freiling
La coordinazione
Le danze con le ombre
Il mondo dello Specchio
Il Portiere dell’Eternita’

clip-TRANSURFING, ed. Eksmo 2013

Libri dedicati al Transurfing:

«Serie reality Transurfing 1-5»
«Lo Scardinamento del sistema tecnogeno»
«Il Transurfing Vivo»
«L’arbitro della realta’»
«Il Forum dei sogni»
«Corso pratico di Transurfing in 78 giorni»
«I Tarocchi dello Spazio delle varianti»

Cari lettori,

permettetemi di presentarvi i libri dedicati al Transurfing, un’interpretazione della realta’ che ha molto impressionato il pubblico russo dei lettori.
Nella realta’ del quotidiano l’individuo si trova a vivere in balia delle circostanze e non e’ grado di influire in modo significativo sul corso degli eventi. La vita “accade”, cosi come avviene nei sogni ordinari. Gli avvenimenti si succedono meccanicamente, sordi ai nostri “voglio” o “non voglio”. A prima vista sembrerebbe impossibile superare questa fatale inevitabilita’. Di fatto pero’, un’inattesa via d’uscita dalla situazione esiste.
L’individuo non sospetta di trovarsi prigioniero di un’immagine speculare.

La realta’ ha due forme : una fisica, tangibile, e una metafisica, che si estende oltre ai limiti della percezione ma non per questo e’ meno oggettiva. Si puo’ dire in un certo senso che il mondo ha le sembianze di un illimitato specchio duale, dove da una parte si trova l’universo materiale e dall’altra si estende lo spazio metafisico delle varianti, cioe’ a dire una struttura d’informazione che custodisce gli scenari di tutti i possibili avvenimenti. Il numero delle varianti e’ infinito, cosi come infinito e’ l’insieme delle possibili posizioni di un punto su un piano cartesiano. In questo spazio e’ scritto tutto quello e’ gia’ stato, e’ e sara’; da qui scaturiscono i sogni, le visioni, le intuizioni e le illuminazioni.

L’individuo, stregato dallo specchio, s’illude che esso rifletta l’autentica realta’. L’effetto creato dallo specchio genera l’illusione che il mondo esterno esista di per se’ e sfugga ad ogni forma di controllo. Ne deriva che la vita assomiglia a un gioco governato da regole fisse, pero’ non fissate da voi. Certo, vi e’ concesso d’intraprendere qualche tentativo per influire su quello che avviene, ma siete privati dell’essenziale: non vi e’ stato spiegato come trasformarvi, da pedina, in colui che getta i dadi.
D’altronde, non appena vi scrollate di dosso l’allucinazione e vi guardate intorno, vedete che incomincia a succedere qualcosa di incredibile.
E’ come se deviaste dal flusso degli eventi e finiste per trovarvi nel centro di un gigantesco caleidoscopio che ruota lentamente, facendo scintillare i suoi specchietti di realta’.
Voi esistete al contempo come parte di questa realta’ e unita’ indipendente, singola. In modo analogo potete riuscire a cogliere la vostra “singolarita’” quando, riscuotendovi nel sonno, capite che ora e’ il sogno a dipendere da voi e non viceversa.
I libri sul Transurfing contengono delle tecniche che aiutano a liberarsi dall’illusione della riflessione speculare e a risvegliarsi con gli occhi aperti nel proprio sogno.

A determinate condizioni l’energia dei pensieri dell’uomo e’ in grado di materializzare l’uno o l’altro dei settori dello spazio delle varianti. In uno stato che il Transurfing definisce unita’ di anima e ragione prende vita una forza misteriosa, l’intenzione esterna. Coloro che hanno messo in pratica il Transurfing raccontano con meraviglia come i loro pensieri si siano inspiegabilmente realizzati e la realta’ si sia letteralmente trasformata sotto ai loro occhi.

Cosi effettivamente succede: come per incanto, le persone che vi circondano incominciano a rivolgersi a voi con maggior simpatia. Le porte che prima sembravano insperatamente chiuse si aprono. E sullo sfondo di tutto cio’ assistete alla manifestazione di fenomeni assai curiosi: l’alterazione delle “sfumature delle decorazioni” e l’effetto dei “ cerchi nella realta’”, simile ai cerchi nell’acqua.

E’ che in uno strato del vostro mondo si va reintegrando la freschezza perduta: il gelato riacquista lo stesso gusto che aveva nell’infanzia e le speranze si colorano nuovamente dell’entusiasmo della giovinezza. Ma l’ importante e’ che da tutto cio’ scaturisce una netta sensazione di liberta’ interiore, il privilegio di vivere secondo il proprio credo.

Per quanto strano possa sembrare qui non c’e’ nessun mistero: e’ tutto reale. Percio’, cari lettori, mettendo in pratica i consigli letti, tenetevi ben saldi sulla terra per non cadere nel cielo dall’estasi e dallo stupore.

Libro I - Lo spazio delle varianti. Capitolo II. I pendoli.

Libro II - Il fruscio delle stelle del mattino. Capitolo IV. I fini e le porte.

Libro III - Avanti nel passato. Capitolo III. La coordinazione . Frammenti

Libro IV - Capitolo I. Danze con le ombre

Libro V - Il Portiere dell'Eternità. Frammenti

Transurfing Vivo - Oltre i Confini della Matrix. Frammenti

Bibliografia

APPELLO

Carissimi lettori!
Grazie ai libri, tradotti in molte lingue, il Transurfing ha acquisito notorietà mondiale, e in tali circostanze è difficile preservare la purezza del Sapere.

Ci sono persone che, utilizzando il marchio "Transurfing" nei propri interessi, possono produrre informazioni non fedeli all'originale. Vi prego di rapportarvi con grande cautela alle informazioni sentite, riportate, trasmesse da qualcuno e aventi per oggetto il Transurfing. Le informazioni che passano attraverso seconde e terze mani sono già inaffidabili. Il Sapere puro è contenuto solo nei libri.

Tenete presente ancora un aspetto: se scaricate le versioni elettroniche dei libri da risorse illegali, non posso garantire che si tratti dei miei testi autentici. Essi possono essere stati alterati e mistificati con l'inserimento di altri materiali, è un'operazione che già si fa (in Russia, n.d.T). Leggere i testi originali pubblicati dall'editore o raccogliere in giro per il web "copie usate" è una questione di scelta e di responsabilità personale.

Capirete che, per motivi oggettivi, non ho la possibilità di controllare tutte le informazioni che vengono diffuse sul Transurfing, e non posso dare alcuna garanzia sulla loro attendibilità. Vi prego pertanto, cari lettori, di fidarvi solo dei libri "legali" e delle informazioni contenute nei siti ufficiali: il mio sito personale http://zelands.com/ ; i siti della traduttrice delle mie pubblicazioni in italiano, Vera Giovanna Bani (www.russiainedita.it, www.russiainedita.org) e i siti del mio editore Macro edizioni e Macrolibrarsi.

Vorrei infine aggiungere che non ho, in Italia, miei rappresentanti. Ho contatti diretti solo con la traduttrice dei miei libri, Vera Giovanna Bani. Nei suoi siti sono contenute tutte le informazioni ufficiali. Se da qualche parte in Internet trovate materiali privi dei dovuti riferimenti alle fonti ufficiali, non posso garantire che si tratti di informazioni attendibili.

Buona fortuna a tutti voi!

Vadim Zeland

Download Transurfing Catalogue

cLIEBE Convention

Dove Comprare:
 
© VES Publishing Group, SPB
© Illustrations by Natalia Ivanova
© Vadim Zeland

©Transurfing 2003. Original Site of Vadim Zeland.